Le attività del remo e della pagaia e il mondo che le sorregge


Canottaggio: due argenti agli Assoluti di Canottaggio per la Baldesio


Che impresa per

l'otto junior ed il due con senior


Grande la Baldesio ai tricolori Assoluti e Juniores. Due medaglie d'argento per i biancazzurri e in due specialità tra le più prestigiose: l'otto juniores ed il due con seniores.

Nell'otto, solo la Canottieri Posillipo è riuscita ad avere la meglio sui ragazzi di Romagnoli che sapeva comunque di avere a disposizione un ottimo equipaggio e che già alla vigilia non nascondeva speranze di successo. L'otto è riuscito a tenere la testa della gara per poco più di mille metri, poi, nella seconda parte, ha subito la rimonta dei napoletani. Sulla barca della Baldesio, che da quasi vent'anni non presentava un otto ai campionati, hanno vogato: Andrea Sperzaga, Safet Skenderi, Federico Fasani, Luca Manzoli, Alberto pellizzari, Matteo gaddi, Filippo Ziliotti, Thomas Borghi. Timoniere Tommaso Allegri.

A superare il due con di Resemini e Sivelli è riuscito solo l'equipoaggio dell'Aniene,m senza duibbio il più forte in circolazione.

Medaglia d'argento anche per l'olimpionico Simone Raineri che ha vogato sul quattro di coppia delle Fiamme Gialle.

Altri buoni piazzamenti per il canottaggio cremonese: il quinto posto del doppio senior A della Baldesio (Sartori-Fornasari), il sesto del doppio junior femminile (Ziliotti-Freymadl), il settimo nel doppio junior del'Eridanea (Cagna-Grazioli) le finali raggiunte nel due senza da Feltroni-Tonicelli (Flora) e dal doppio femminile di Feltroni-Bernio (Flora).



Cliccate sulle testate per andare alle pagine per materia

Home
About MeRename Me!About UsContact InfoFamilyResources & LinksInterests & HobbiesFun StuffFriends
Scriveteci le vostre opinioni di sportEmail me!


Calendar & Events

Festa di fine anno alla Canottieri


La Baldesio ha premiato i suoi atleti migliori



la squadra di nuoto della Baldesio


Festa di fine anno alla canottieri baldesio dove, nel Palazzetto si sono riuniti tutti gli atleti apparteneneti alle varie discipline, dal nuoto al temnnis, dalla canoa al canottaggio, alle bocce, per le premiazioni di fine anno.

Premi, naturalmente per tutti, non solo per i migliori. Sono comunque stati messi in rilievo i risultati di alcuni atleti che si sono particolarmente distinti come il canottiere Marco Resemini, il quattro senza che ha vinto il campionato italiano ragazzi, i giovani del nuoto e la rinnovata squadra di bocce che quest'anno punterà soprattutto sui giovani.


Due giorni di festa per la Bissolati

"Nozze d'oro con la canoa"

e

"Festa dell'atleta"




Il presidente Masseroni con il presidente del Coni Rodolfo Verga, il sindaco Corada ed il vice sindaco Baldani nel Salone dei Quadri di palazzo Comunale

Doppia festa alla Bissolati con le Nozze d'oro con la canoa e la Festa dell'atleta, ormai divenuta la tradizionale manifestazione di chiusura dello sport bissolatino.

Sabato pomeriggio gran folla in Palazzo Comunale ove si è svolta la prima parte della festa dei canoisti e dove abbiamo visto tanti ex campioni che hanno voluto essere presenti a questa celebrazione, a partire da Cesare Ziglioli, ancora convalescente da un intervento chirurgico recente, ma in grande forma, da Oreste Perri a Fanfoni, da Annoni a Benedini, da Luciana Guindani a Simonetto a cento altri.

I più applauditi, naturalmente, quelli che furono i "padri" della canoa bissolatini, Rinaldo Sacchi come primo allenatore e Ivan Mascarini, primo atleta a pagaiare per in maglia biancazzurra.

Tantissime le autorità presenti, a partire da sindaco e vicesindaco che hanno fatto gli onori di casa, dal presidente federale Luciano Bonfiglio che ha quasi eletto Cremon a sua seconda patria per quanto ha fatto nella canoa.

Poi, in serata, cena alla Bissolati dopo la messa per ricordare gli atleti scomparsi e dopo l'inaugurazione della bella mostra fotografica.

Domenbica mattina, invece, "Festa dell'Atleta" in società con l'assegnazione dei premi tradizionali.

Quello principale naturalmente a Germana Cantarini per il titolo mondiale individuale di bocce mentre a Giorgio Superti è stato consegnato il prestigioso "Premio Ziglioili" per il 2005





"Nozze d'oro con la canoa"

è l'ennesima fatica letteraria di Maurizio Mondoni, stavolta in coppia col figlio Michele. Il volume, splendidamente impaginato, ripercorre tutte le tappe dei cinquant'anni di storia canoistica cremonese, una storia che ha avuto nella Canottieri Bissolati la protagonista principale anche se si è spesso intrecciata con quella della Baldesio e proprio nella canoa le due società rivierasche hanno spesso trovato quell'accordo e quella collaborazione che non era mai esistita in precedenza nel canottaggio.

Nel volume sono ricordati tutti i titoli italiani ed internazionali conquistati dagli atleti della Bissolati, i tecnici, gli allenatori, le imprese di ciascuno ed una breve storia della canoa italiana e cremonese, una storia che parte in Italia nel 1889 coi primi campionati italiani in sandolino ma a Cremona già nel 1885 v'era la discesa, sempre in sandolino fino a Venezia di Alessandro Cattalinich, uno dei fondatori, ddue anni più tardi, della canottieri Baldesio. Allegato al volume v'è un CD curato in particolare da Cesare Beltrami, uno dei grandi protagoinisti di questi cinquant'anni di storia spo0rtiva, che raccoglie un migliaio di fotografie, molte inedite, di questa lunghissima e gloriosa storia sportiva




La pagina è aggiornata alle ore 21:03:33 di
Lun, 16 gen 2006